Vai al contenuto

Strangers Again kdrama : sceneggiatori sono i peggiori nemici degli attori ?

Strangers Again kdrama. Dopo aver gettato solide basi per quello che avrebbe potuto essere un commento intelligente sulla vita, l’amore e la carriera, Strangers Again procede all’autodistruzione.

strangers again kdrama
Strangers Again kdrama

La pratica legale, l’amore e il divorzio sono ingredienti potenti che avrebbero potuto regalarci una serie indimenticabile in realtà è un’occasione sprecata.

La serie è in parte un drama legale ambientato in un’azienda piccola che gestisce principalmente divorzi e controversie sulla custodia. Oh Ha Ra ( Kang So Ra) è il giovane litigator star che ha un’attività secondaria in televisione.

Il suo ex marito, Goo Eun Beom (Jang Seung Jo), è caduto in difficoltà dopo il loro divorzio e sta schivando i proprietari di casa e altri creditori. In poco tempo, i due sono tornati nello stesso ufficio e riaccendono (o rielaborano?) i loro sentimenti, entrambi caldi e alimentati dalla rabbia.

Anche nell’azienda c’è il solito personale di supporto che occasionalmente sembra avere qualche trama secondaria che sta per emergere, ma non lo fa mai. I co-ceo, il formidabile Jeon Bae Soo e il fantastico Kil Hae Yeon, sono state belle aggiunte al cast, ma i loro personaggi non consentono loro molte opportunità di mostrare la loro notevole abilità recitativa.

Ci sono anche trame secondarie regolari che durano 1-3 episodi. Alcuni thread insieme alla trama principale di Ha Ra – Eun Beom  tendono a non fornire intrattenimento o altro valore se non quello di riempire il runtime, in particolare uno con l’ex moglie di Jeon Bae Soo, un americano e un cane.

Dove “Strangers Again” brilla è con la coppia secondaria di Bi Chwi ( Jo Eun Ji ) e Si Wook (Lee Jae Won). Entrambi sono colleghi nella piccola azienda, ma iniziano come opposti assoluti. Bi Chwi è una donna moderna libera, supponente e avventurosa. Si Wook è abbottonato e formale.

Quello che inizia come una notte in hotel dopo una bevuta di troppo, diventa un ritratto toccantemente realistico di due persone che apparentemente non hanno futuro come coppia romantica e che si trovano incapaci di lasciarsi andare l’un l’altro. Personaggi riconoscibili mentre imparano a riconoscere i loro errori, comunicare e scendere a compromessi. È un lavoro ottimo sia degli scrittori che hanno concepito questi personaggi multidimensionali che gli attori che li portano sullo schermo in modo così vivido.

Sembra che sceneggiatori completamente diversi fossero al lavoro, con la coppia principale Ha Ra – Eun Beom. Nessuno dei due personaggi è scritto in modo coerente .L’Eun-beom di Jang Seung-jo è disegnato così male che sospettiamo sia stato scritto come un espediente di trama per il personaggio di Ha-ra. Oscilla selvaggiamente e inspiegabilmente avanti e indietro con i suoi sentimenti per Ha Ra. La sua redenzione è una breve nota a piè di pagina nell’ultimo episodio tramite una ricerca su Google e un viaggio nello studio del terapeuta. Lo scrittore non era interessato alla sua evoluzione – solo al caos che crea!

Ha Ra viene commercializzata come la “Dea del contenzioso”, ma sbaglia il suo lavoro più di uno Stormtrooper imperiale per l’intera prima metà del drama. La seconda metà abbandona quasi interamente le parti legali della storia per alcuni traumi intergenerazionali familiari standard. Nel frattempo, senza una narrazione inedita né personaggi affascinanti da interpretare, nessuno dei due attori principali si dimostra capace di elevarsi al di sopra del materiale mediocre dato loro. Ci sono brevi sequenze in cui ai due protagonisti vengono date sceneggiature migliori in modo che i loro talenti più comici possano brillare. E questi accadono abbastanza spesso da cristallizzare enfaticamente ciò che lo spettacolo avrebbe potuto essere con una sceneggiatura più serrata e più divertente.

E mentre ci dovrebbero essere punti di merito per tentare un finale non convenzionale, pasticciano miseramente  nell’esecuzione serpeggiando attraverso mezzo episodio che sembra impostare qualcosa di molto diverso, quindi arranca attraverso lunghe sequenze di reindirizzamenti non necessari attraverso trame minori ,poi con uno scambio superficiale,  Semplicemente finisce.

Strangers again,  non è il drama più brutto della storia o altro, ma è un grande drama? È assolutamente da guardare? Da consigliare? No.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *