Vai al contenuto

Negata la richiesta delle FIFTY FIFTY di sospendere i loro contratti esclusivi

La richiesta delle FIFTY FIFTY di sospendere i loro contratti esclusivi con la loro agenzia ATTRAKT è stata negata dal tribunale.

Fifty Fifty Lovin' Me

A giugno, le  FIFTY FIFTY hanno presentato una domanda di disposizione provvisoria per sospendere la validità dei loro contratti esclusivi con ATTRAKT. Dopo la prima udienza di luglio, il tribunale ha raccomandato la mediazione tra le due parti, ma il 16 agosto, i membri delle FIFTY FIFTY hanno annunciato che non avevano intenzione di continuare con la mediazione, portando la controversia a tornare in tribunale.

Il 28 agosto, il tribunale distrettuale centrale di Seoul ha preso la sua decisione, negando infine le richieste dei quattro membri delle FIFTY FIFTY per la sospensione dei loro contratti.

All’udienza di luglio, il rappresentante legale del gruppo ha presentato tre affermazioni principali sul motivo per cui era necessaria una sospensione. Il primo era una presunta mancanza di trasparenza finanziaria, il secondo era che la società presumibilmente non si prendeva adeguata cura della salute dei membri e il terzo era una presunta mancanza di risorse per sostenere le attività del gruppo.

Tuttavia, il tribunale alla fine ha rilevato che non c’erano “prove sufficienti” per concedere una sospensione. In termini di trasparenza finanziaria, il tribunale ha dichiarato che dopo aver esaminato le finanze di ATTRAKT, alla luce dei costi di produzione e di altre spese, non vi era “alcuna prova di guadagni non pagati che FIFTY FIFTY avrebbe dovuto ricevere “.

Mentre c’era una specifica omissione nella dichiarazione della società per aprile (le entrate della musica digitale di FIFTY FIFTY per il mese erano state contrassegnate come 0), l’errore è stato corretto non appena ATTRAKT ne è stata informata e, secondo un rapporto di Dispatch, l’errore è stato effettivamente commesso da un dipendente della società di Ahn Sung Il (SIAHN) The Givers.

Non c’è stato alcun caso in cui le FIFTY FIFTY abbiano fatto una richiesta di correzione e l’agenzia non abbia rispettato, e non c’è stato alcun caso in cui l’agenzia abbia violato il proprio dovere più di una volta o per un lungo periodo di tempo“, ha spiegato la corte. “È difficile vedere questo incidente come causa di una violazione irreparabile della fiducia“.

Il tribunale ha anche respinto l’affermazione secondo cui la società non si era presa cura della salute dei membri, affermando: “Dopo aver scoperto il problema con la salute del membro FIFTY FIFTY [Aran], l’agenzia [ATTRAKT] ha organizzato la sua diagnosi. Hanno poi controllato la sua diagnosi e i suoi progressi, e hanno adattato il loro programma di promozione e fissato una data per l’intervento chirurgico.

Per quanto riguarda la presunta mancanza di risorse di ATTRAKT dopo la fine del loro contratto con The Givers, la corte ha risposto: “È difficile dire che l’agenzia stia violando il loro contratto esclusivo solo perché The Givers non sta più lavorando con la società“.

Infine, il giudice ha specificamente criticato il fatto che le FIFTY FIFTY non abbiano sollevato questi problemi con ATTRAKT prima di presentare domanda di sospensione dei contratti. Il giudice ha sottolineato che se un’agenzia viola un contratto, l’artista è legalmente tenuto a concedere all’agenzia un periodo di grazia di 14 giorni dopo aver notificato loro la violazione. Tuttavia, nel caso del gruppo, invece di notificare ad ATTRAKT le loro rimostranze, i membri sono immediatamente passati all’azione legale e hanno tentato di risolvere i loro contratti.

Le attività del gruppo si sono interrotte a causa dell’intervento chirurgico di Jung Eun Ah [Aran] e, poiché alcuni membri hanno contratto il COVID-19, ognuno è tornato alle proprie case di famiglia“, ha osservato il giudice. “Subito dopo, hanno improvvisamente inviato all’agenzia un avviso che avrebbero terminato i loro contratti esclusivi“.

Non c’è modo di vedere questo come [ATTRAKT] che si rifiuta di apportare correzioni nonostante una richiesta di correzione“, hanno continuato.

Nel frattempo, a seguito della decisione del tribunale, l’avvocato delle FIFTY FIFTY ha dichiarato in una telefonata con Yonhap News: “Poiché dobbiamo ancora discutere la questione con i membri, nulla è stato ancora deciso, ma al momento è molto probabile che faremo appello alla decisione“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *