Vai al contenuto

Finita la guerra tra SM Entertainment e EXO-CBX

La frattura tra SM Entertainment e Chen, Baekhyun e Xiumin ( EXO-CBX )è stata risolta amichevolmente. Il trio continuerà la sua carriera sotto SM Entertainment.

exo crisi
EXO-CBX

SM Entertainment e EXO-CBX hanno rilasciato una dichiarazione congiunta, confermando la risoluzione amichevole dei recenti conflitti.

Insieme, hanno dichiarato: “C’era stata una situazione in cui le questioni venivano sollevate pubblicamente da diversi punti di vista“. Hanno continuato: “In relazione a questo, la nostra compagnia e i tre artisti si scusano sinceramente per aver causato preoccupazione“. Hanno inoltre aggiunto: “La nostra compagnia e i tre artisti hanno avuto tutto il tempo per discutere di tutte le questioni. Abbiamo risolto le divergenze nate da incomprensioni e raggiunto un accordo reciproco e amichevole“.

La dichiarazione ha inoltre confermato: “Riconosciamo e manteniamo il contratto“. È stato anche dichiarato che “La nostra compagnia e i tre artisti si sono impegnati a rafforzare le nostre relazioni future attraverso un processo di consultazione reciproca ed equa e di emendamento. Inoltre, la nostra azienda ha accettato di sostenere i tre artisti in modo che possano mostrare pienamente la loro individualità e svolgere attività in modi nuovi e diversi“.

Per quanto riguarda le precedenti accuse di interferenza da parte di forze esterne, è stato chiarito come un malinteso. SM Entertainment aveva precedentemente identificato una forza esterna di terze parti come causa principale dell’interruzione. “Attraverso questa discussione, ci siamo resi conto che la nostra azienda aveva frainteso alcuni aspetti“, ha dichiarato SM Entertainment nelle sue scuse. “Vorremmo esprimere il nostro rammarico a coloro che sono stati turbati dalla nostra dichiarazione“.

La dichiarazione congiunta conclude: “La nostra compagnia e i tre artisti vorrebbero scusarsi con i fan, i membri degli EXO e coloro che aspettano. Faremo anche del nostro meglio per ripagare il sostegno di molti che ci sono stati vicini”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *